Blog: http://JurnalidiSicilia.ilcannocchiale.it

Fari trasiri 'u sceccu p'a cura

 


 

 

 

Fari trasiri (n’a stadda) ‘u sceccu p’a cura, vali a diri iennu n’arreri: cosa chi l’armalu fa cu mala volontà (crianza) picchì ci veni difficili.


‘U significatu è:

Fari quacchi cosa pi forza, puru canciannu ‘i reguli e contru ‘a logica.


Traduzione p’i continentali: 


Fare entrare (nella stalla) l'asino per la coda, cioè procedendo all'indietro: il che la bestia esegue malvolentieri e con notevole difficoltà.


Significa:

Compiere un'azione a tutti i costi, anche sovvertendo le regole e contro ogni logica.


 

Pubblicato il 15/10/2003 alle 14.8 nella rubrica Motti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web