.
Annunci online

  JurnalidiSicilia [ Periodicu di notizi ‘n sicilianu ]
         

 

* * * * * * * * * *

Un populu,

diventa poviru e servu,

quannu ci arrobbanu a lingua

addutata di patri:

è persu pi sempri.

(Ignazio Buttitta)

 

**********

Picchì semu ca:

- pi difenniri 'a lingua siciliana

- pi falla canusciri

- pi falla rinasciri

 **********

 

 


17 novembre 2003

Ora chi sunnu morti...

 Ora chi sunnu morti...

 ...si ricordanu d'i carabinneri e d'i surdati chi stavanu in Iraq e ni dicinu chiddu chi facianu e chiddu chi nun facianu. Prima, nenti. Stavanu 'dda comu fussiru 'n vacanza pagata e nun c'era TV chi ci dedicassi na mezz'urata. Di contra nun si finia di discurriri supra 'i fissarii  chi dicia Berlusconi e supra l'atri fissarii chi sparava Bossi. Ora stannu tutti a fari 'a cursa p'a sirata spiciali e l'ospiti particulari.

Però, dicemuni 'a virità. S'avissiru fattu un documentariu o na' trasmissioni supra ì' carrubbineri in Iraq, quant'i nuatri avissiru canciatu canali? L'avissiru vistu, comu si dici, i parenti d'a zita. Accussì va 'u munnu. E stamu sicuri chi, tempu na dicina di jorna, ni scurdamu tutti cosi e turnamu a 'i barzelletti d'u Premier e a li sparati di Bossi.

'Ntantu 'a Finanziaria passò a taci maci e di sicuru ni truvamu 'na nova tassa di paari senza sapiri d'unn'arriva.

 

 




permalink | inviato da il 17/11/2003 alle 20:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


sfoglia     ottobre        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



Lingua siciliana
Le Catacombe dei Cappuccini
Palermo e dintorni
Meusa


Blog letto 173226 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom